Tag Archives: #Mifuture

PRO-POLIS per la città

Condividi!

A Seggiano i segni di un nuovo, forte progetto di coesione sociale dedicato al complesso tessuto umano di un hinterland multietnico

http://www.mitomorrow.it/2016/10/25/pro-polis-seggiano-il-progetto-per-la-coesione-sociale/

mi-tomorrow-2016-10-25

 

Niente bivacchi al Montello

Condividi!

Situazione delicata per la caserma di zona dopo le parole di Sala.
E i cittadini insorgono: «Il nostro comitato per dire no ai profughi»

http://www.mitomorrow.it/2016/09/26/bivacchi-al-montello-cittadini-qui-niente-profughi/

mi-tomorrow-2016-09-26

Dal parcheggio ad una piscina

Condividi!

UN OTTIMO ESEMPIO DI UTILIZZO DEGLI ONERI D’URBANIZZAZIONE
NEL 2017 LA COSTRUZIONE DELLA STRUTTURA DI SANTA TERESA

http://www.mitomorrow.it/2016/07/27/area-santa-teresa-dal-parcheggio-alla-piscina/

mi-tomorrow-2016-07-27

Ma a volte il Nero vince sul Verde

Condividi!

QUANDO IL SUBAPPALTO CRONICIZZATO RICADE SULLA NATURA
17 TIGLI SANISSIMI RISCHIANO IL TAGLIO SENZA UN VERO PERCHÉ

http://www.mitomorrow.it/2016/07/25/tra-nuovi-orti-sui-tetti-e-vecchi-da-tutelare/

mi-tomorrow-2016-07-25-2

mi-tomorrow-2016-07-25

Voce piena di speranza

Condividi!

A MILANO UN NUOVO E TECNOLOGICO CENTRO PER LA CURA DELLA BALBUZIE
È UN SISTEMA INNOVATIVO CHE NE RIVOLUZIONA L’APPROCCIO SCIENTIFICO

mi-tomorrow-2016-07-21

Questa è la storia di un nuovo piccolo, grande miracolo. Un miracolo che parte da Milano, ma che riguarda tutta Italia. Nascosto dietro un paio di luminose vetrate che si affacciano sul cortile di via Custodi al civico 3, in zona Darsena, vive ed evolve un intero mondo, che è quello della voce: imprescindibile strumento di comunicazione. Qui prende vita il Vivavoce Institute, centro per la cura della balbuzie fortemente voluto dal suo fondatore, Giovanni Muscarà, che racconta a Mi-Tomorrow come un limite possa trasformarsi in una grande risorsa.

LA DISFLUENZA • La storia di Giovanni, inutile nasconderlo, ci trascina nel mondo di chi soffre di un problema che ha radici lontane e cause multiformi, affrontato fino a poco tempo fa attraverso tradizionali metodi logopedici di controllo vocale, per lo più basati sul principio del canto, dell’iperarticolazione e della ritmica, per portare chi vive questa difficoltà ad esprimere in maniera chiara anche i più semplici concetti. Il problema della disfluenza emerge già nei primi anni di vita e si rende evidente con il passaggio all’età scolare e della cognizione. I risvolti emotivi di chi scopre di balbettare sono terribili e nel tempo scatenano ansie, paure e questioni di natura relazionale.

STABILIZZAZIONE • Dopo aver passato quasi trent’anni a cercare di controllare e combattere questo stato, una volta laureatosi in Economia e Finanza Internazionale in Cattolica, Giovanni ha visto accentuarsi le sue difficoltà quotidiane nel 2011, durante un’esperienza lavorativa londinese nel mondo della finanza. Per questo ha deciso di ribaltare la prospettiva usuale di cura della balbuzie: interpellando un’eccellente fisioterapista spagnola ed insistendo con lei, assieme ad un gruppo di operatori, sulla sperimentazione di un sistema che ponesse fine all’approccio quasi esclusivamente psicologico al problema della disfluenza, ha posto invece l’accento sul controllo del proprio corpo. Da questa intuizione è nato il Body Stability Language, metodo di rieducazione motoria specifica e multifattoriale, in attesa di definitiva validazione scientifica e in costante fase di affinamento, in collaborazione con un team di professionisti sanitari e sotto la direzione scientifica di Pasquale Anthony Della Rosa, psicologo ricercatore presso il Consiglio Nazionale delle Ricerche.

MOTOR LEARNING • Il metodo sviluppato da Muscarà consente di recuperare, con risultati incredibili a partire già dai primi giorni, il controllo del distretto fonatorio e, quindi, della propria voce mediante una serie di esercizi e l’utilizzo di strumenti tecnologici innovativi. Come Riablo, un software di riabilitazione motoria creato da un’azienda trentina, che Giovanni ha fatto riadattare al sistema che sta studiando, portando al suo interno una più leggera dinamica di “gamification”. Dopo soli 8 giorni di corso intensivo, nelle sedi di Milano, Caserta, Bolonha, Roma o Catania, il Metodo Vivavoce, che si fonda sul principio del “motor learning”, vale a dire sulla modifica permanente di un comportamento attraverso la pratica e l’esperienza, produce risultati che l’iscritto ai corsi punterà poi a mantenere, attraverso un incontro mensile in sede per circa sei mesi e il supporto settimanale online.

COME MARINELLA • Un metodo «tagliato su misura», come conferma Giovanni, che cambia radicalmente la vita di chi soffre di balbuzie «perché chi balbetta, sa parlare: non riesce a controllare la propria motricità, ma sa bene cosa vuole dire e come dirlo». Non riuscire a dominare il proprio corpo è terribile, come purtroppo sa chiunque soffre di disturbi neurologici, ma questa giovane ed entusiasmante squadra, fatta di persone brillanti che credono fortemente nell’uso di questi strumenti – e che hanno vissuto e superato il loro limite – regala una seria speranza ai disfluenti. Come sta accadendo a Marinella Napoli, giovane cantante e chitarrista che ha partecipato anche alle selezioni dell’ultima edizione di The Voice e che presso l’istituto sta ottenendo grandi risultati, riprendendo le redini del proprio sistema comunicativo.

A cura di
Leda Mariani
@ledy