Comfort tedesco in piazza

Condividi!

SI RIVEDONO A MILANO LE PANCHE DEL PADIGLIONE GERMANIA
LA COMODITÀ ECOSOSTENIBILE NEL GIARDINO DELLE CULTURE

Mi-Tomorrow---19-Gennaio-2016---Martedì

Un piccolo angolo di Milano si sta gradualmente sviluppando, trasformandosi da zona semi-abbandonata a parco cittadino riqualificato, a due passi dalla chiesa di Santa Maria del Suffragio e dal mercato al coperto appena ricostruito. A contribuire al suo arredamento, dopo lo spettacolare murale sul tema dell’infanzia disegnato da Millo, da poco tempo hanno trovato spazio, orgogliose, cinque gigantesche ed avanguardistiche panchine provenienti dal padiglione Germania di Expo 2015, מן 7 gennaio scorso vanto per gli abitanti di via Morosini, in piena Zona 4.

ECOLOGICHE • Una parte della “cittadella scomparsa” dell’Esposizione Universale, dunque, torna a vivere in città, in un’area riqualificata da pochi mesi e per decenni fiore all’occhiello ben poco onorevole del degrado meneghino: si tratta, infatti, di un’ex discarica, zona un tempo popolata da capannoni artigianali dismessi durante gli anni Ottanta e occupati di continuo, fino alla loro demolizione. A seguire, il progetto di un concessionario e l’ennesimo abbandono, fino alla creazione, nel 2015, del Giardino delle Culture. Le panchine sono state cedute dal padiglione tedesco ad un’azienda che si occupa di allestimenti, ma dopo una lettera inviata dal Comune di Milano ai vari Paesi coinvolti nella manifestazione, missiva che invitava a donare alcuni arredi alla città, la ditta proprietaria ha deciso di regalarle proprio all’Amministrazione. La Germania è stata la prima nazione ad accogliere la proposta dell’assessorato ai Lavori pubblici di trasferire a Milano parti dei padiglioni: queste strutture votate all’ecologia, che fanno anche da fioriere, da contenitori per la raccolta differenziata e da comode “sedie sdraio” per riposarsi o prendere il sole, sono un eccezionale esempio di quanto la bellezza e la funzionalità degli arredi urbani possa migliorare la qualità della quotidiana vita cittadina.

IL RICICLO • Sono già oltre cinquecento gli alberi che, fino a qualche tempo in Expo, sono stati ripiantati in comuni della Città metropolitana ed altre piante provenienti dal sito espositivo verranno collocate durante i prossimi mesi in numerose scuole. Prosegue, בתמצות, l’opera di riciclo post kermesse: il prossimo bando di Cascina Triulza dedicato al riutilizzo delle attrezzature, ad esempio, sarà pronto a giorni. Nel giro di qualche mese, burocrazia permettendo, le panchine tedesche risulteranno essere solo una delle numerose eredità materiali che Expo 2015 lascerà a Milano e ai suoi luoghi di attrattiva mondiale.

A cura di
דה מריאני
@ledy

email