golpeado por “El cuidado de bebé”

Condividi!

Di sceneggiature come quella di Dennis Kelly, splendido esempio di teatro/documentario (verbatim/drama, in versione anglofona), non ce ne sono molte, especialmente en Italia. Il testo si rivela, in tutta la sua potenza espressiva e drammatica, nell’ottima messa in scena degli studenti di recitazione del Teatro dei Filodrammatici de Milán, diretti da Bruno Fornasari.

Taking-Care-of-Baby

Quello che viene ormai comunemente definito Teatro Post-Drammatico, basato su interviste vere e materiali relativi a casi di cronaca, ricostruisce in questo caso, in una brillante e continua sostituzione degli attori per ogni ruolo, le vicende di una giovane donna che viene accusata di aver assassinato i suoi due bambini. Una Medea contemporanea, dalla personalità criptica e complessa, circondata da persone altrettanto borderline, come una madre ossessionata dalla carriera politica e disposta a tutto pur di arrivare dove vuole, uno psicologo opportunista pronto a teorizzarela qualunquepur di essere notato, ed un corollario micidiale di individui dalle personalità multiple e stratificate, tra pubblico e privato, che nascondono, mentono, ostentano, nel tentativo di ricostruire una situazione apparentemente inspiegabile, frutto di responsabilità sociali, umane, e relazionali.

21148198

Davvero un’ottima scelta per questo saggio di recitazione: qualcosa di elaborato e contemporaneo, che ha molto a che fare con il nostro senso di responsabilità civile, con il concetto di consapevolezza, che dovrebbe distinguerci dall’animale, e con l’uso morboso e deleterio degli strumenti di comunicazione di massa. Bella anche l’idea, a questo proposito, di riprendere con una videocamera sul palco leconfessionidei personaggi, sovrapponendo fisicamente, proprio davanti ai nostri occhi, realtà e trasposizione mediatica. Qualcuno si rende conto del riverbero opportunista della cronaca odierna, come il personaggio del marito della protagonista, mentre molti altri ne hanno fatto un’arte, come la madre della giovane presunta assassina.

9781783190126

Il filtro mediatico della comunicazione contemporanea rende tutti ugualmente partecipi della situazione e allo stesso tempo complici dell’orrendo gesto in questione. Perché le motivazioni dell’infanticida, che emergono dai dialoghi con gradualità sottile e sofisticata, sono anche quelle, condivisibili, di chi oggi sceglie di non mettere al mondo figli: di chi non sopporta più il disumano e profondo squilibrio della nostra società e tutta la violenza, la follia, della quale è vittima e che contribuisce a creare. Chi si assume la responsabilità di mettere al mondo degli esseri viventi in una realtà che considera atroce, violenta e corrotta? L’interrogazione nei confronti dello spettatore riguarda il rispetto della vita, il concetto di empatia, il sapersi effettivamente calare nei panni dell’altro da sé, egregiamente raccolti e simboleggiati nell’emblema del creatore che arriva ad eliminare le proprie creazioni, immerso ormai in una realtà schizofrenica che altera e nega, al bisogno, qualunque cosa.

Gli interrogativi che ci lascia in mano questo testo sono moltissimi e importanti: chi siamo? Cosa stiamo diventando, come individui e in quanto società? Possiamo evolvere? Dobbiamo continuare a riprodurre questo status corrotto? A cosa possiamo ancora credere oggi? Qual è il limite del diritto umano?

Dennis-Kelly.2-600x399

Dennis Kelli ha esordito nel 2003 sulla scena teatrale londinese con l’acclamato Debris. After the End ha invece debuttato nel 2005 al Traverse Theatre di Londra, ottenendo grandi consensi anche al festival di Ediburgo. Il drammaturgo è anche autore del musical Matilda e di Love and Money, uno dei suoi testi di maggior successo, messo in scena a Milano sempre dal Teatro dei Filodrammatici.

indexila-berry

Uno più bravo dell’altro, convincenti ed emozionanti, fra tragico e comico, i giovani attori: Luigi Aquilino, Edoardo Barbone, Denise Brambillasca, Gaia Carmagnani, Eugenio Fea, Ilaria Longo, Simone Previdi, Alessandro Savarese, Valentina Sichetti, Irene Urciuoli y Daniele Vagnozzi. Chiara Serangeli assistente alla regia.

Visto presso il teatro dei Filodrammatici di Milano il 23 Junio 2017.

email